+39 0733 637677 info@homelikevillas.com

Le grandi mostre sono un reale richiamo per vivere appieno le Marche anche in questo periodo di festività.

Pittori, scultori, incisori, poeti e fotografi hanno segnato la storia della nostra regione e ci hanno regalato capolavori assoluti che fanno di questa nostra terra una meta ideale per gli occhi, la mente e il cuore. Soprattutto per chi ha già dentro di sé la voglia di viaggiare.

“Il Richiamo delle Marche” è la mostra più importante che vi suggeriamo. L’esposizione, dedicata a Lorenzo Lotto, viene ospitata fino a febbraio a Macerata nelle stupende sale di palazzo Buonaccorsi, sede del Museo Civico. Per la prima volta le opere di Lotto, create per il territorio e poi disperse nel mondo o quelle che per storia e realizzazione hanno avuto forti legami con le Marche, vengono riunite in un evento di ricerca, per certi versi sperimentale nel voler abbinare forza espositiva, supporti multimediali di approfondimento, grandi capolavori ma anche spunti di discussione critica. Macerata non è un punto di arrivo ma solo un punto di partenza visto che da qui si dipana un percorso che arriva ad Ancona, Cingoli, Jesi, Loreto, Mogliano, Monte San Giusto, Recanati e Urbino, ovvero le altre città marchigiane dove il Lotto lasciò un segno.

Curata con la collaborazione di tanti studiosi marchigiani da Enrico Maria Dal Pozzolo – tra i massimi esperti dell’artista e co-curatore anche delle mostre che, a Madrid e Londra, hanno portato sotto i riflettori internazionali uno dei più affascinanti artisti del Rinascimento – l’esposizione presenta oltre 20 dipinti autografi di Lotto e 5 disegni di sua mano e alcune straordinarie opere grafiche di grandi autori, quali Dürer e Mantegna, da cui l’artista trasse ispirazione ma anche preziosi manoscritti e volumi, globi e antiche mappe, per contestualizzare la sua attività in queste terre ricche d’arte e fascino.

Per sapere di più www.mostralottomarche.it

A pochi chilometri da Macerata, nella cittadina di Treia resa famosa per il gioco del Pallone col Bracciale e per la produzione di cucine, si può soggiornare a villa Il Sospiro, un bellissimo casolare le cui mura  risalgono al XVI secolo. La villa, recentemente ristrutturata con sapienza, è circondata da un giardino con querce secolari e lecci dove il silenzio e la tranquillità accompagnano il visitatore sia in estate che in inverno.

Una grande mostra è anche il biglietto da visita delle celebrazioni per il secondo centenario dalla stesura di uno dei più celebri componimenti della storia della poesia: “L’infinito” di Giacomo Leopardi. L’esposizione del manoscritto autografo, in prestito dal Comune di Visso, è uno degli eventi di fine 2018 e inizio 2019 nelle Marche.

Partendo proprio da questa rarità, la mostra esplora il concetto di infinito attraverso sezioni dedicate alla poesia, all’arte, alla fotografia, alla scienza, alla storia e alla filosofia.

Con il biglietto di mostra si accede al circuito museale di Recanati: Musei Civici di Villa Colloredo Mels, Museo dell’Emigrazione Marchigiana, Museo “Beniamino Gigli”, Torre del Borgo. Info su www.rinascimentosegreto.it oppure  www.infinitorecanati.it

Consigliatissime per osservare gli azzurri monti di leopardiana memoria sia villa Gioia che villa Le Colline, entrambe a Cingoli, il borgo non a caso noto con il nome di “Balcone delle Marche”. Villa Le Colline, in particolare, rispecchia appieno le caratteristiche medievali che risalgono alla costruzione del  borgo dove è situata, con un ampio giardino dettagliato tipico delle antiche case nobiliari.

Il periodo natalizio, e di inizio nuovo anno, sarà dunque l’occasione per ammirare tesori eccezionalmente esposti al pubblico e ripercorrere la parabola artistica di grandi maestri dell’arte, marchigiani e non.

La patria del grande compositore Gioachino Rossini, Pesaro, festeggia i suoi 150 anni con una splendida mostra a palazzo Mosca sede dei Musei Civici, mostra che sarà prorogata fino al 3 marzo 2019. La vita, le composizioni e il legame con il territorio di origine sono raccolti nell’esposizione “Rossini 150”  per far conoscere al grande pubblico l’importanza di questo musicista nel panorama internazionale.

La rinnovata Galleria d’Arte Contemporanea “Osvaldo Licini” di Ascoli Piceno ospita fino al 6 gennaio 2019 la preziosa mostra di una trentina di opere di uno dei più grandi maestri della fotografia del Ventesimo Secolo: Mario Giacomelli. La Mole Vanvitelliana di Ancona, per rimanere sempre in tema di grandi – anzi grandissimi – fotografi, accoglie la mostra  con le opere di Sebastião Salgado “Genesi”.

Sempre fino all’Epifania è esposta nelle Cantine del Bramante della Delegazione Apostolica di Loreto la mostra “Oscar Marziali nella Terra dei Fioretti” mentre a  Senigallia, fino al 3 marzo 2019, sono in mostra i capolavori di alcuni grandi maestri che nel corso dei secoli hanno contribuito ad arricchire i centri adriatici con le loro opere come Vittore Crivelli, Perugino e Giaquinto.

La Galleria Nazionale delle Marche di Urbino ospita, infine, una prestigiosa esposizione che riporta l’attenzione sull’artista Giovanni Santi, padre di Raffaello. Una ricognizione nel panorama italiano dell’arte sacra contemporanea, a cura di Camillo Langone, è in mostra a palazzo Capitani di Ascoli Piceno fino al 13 gennaio 2019.

Per raggiungere facilmente i maggiori centri d’interesse culturale ed enogastronomico delle Marche vi suggeriamo villa Panperduto. La villa, nata nel 1800, sorge immersa nella dolce vallata dei colli maceratesi, in territorio di Potenza Picena, a soli due chilometri dal mare e da quei luoghi, dunque, che ci ricordano che i marchigiani furono pittori, scultori, santi e poeti ma anche buoni navigatori.

Non rimane che partire dunque. Buon viaggio e buone feste.